Sentieri, luglio 2019

E’ stato pubblicato ieri il numero di luglio della rivista SENTIERI, notiziario on line dei segnasentieri europei edito dal sito SENTiERi EUROPEi, con un’edizione speciale dedicata interamente all’inaugurazione del tratto appenninico dell’E1 che va da Forca Canapine (Lazio Nord) a Camporotondo (Abruzzo Sud) per una lunghezza totale di circa 300 km, svolta tra la fine di maggio e i primi di giugno scorsi. L’estratto descrive in maniera dettagliata il resoconto delle escuraioni e degli eventi inaugurali che hanno caratterizzato la presentazione del tratto appenninico del Sentiero europeo E1

 

Festiv’Alba 2019

Dal 29 giugno al 9 agosto 2019 il sito archeologico di ALBA FUCENS, nota città dell’antica Roma, ospiterà la terza edizione di FESTIV’ALBA, rassegna di 22 eventi organizzati dall’associazione culturale HARMONIA NOVISSIMA in collaborazione con il Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, il Polo Museale dell’Abruzzo, la Regione Abruzzo, i Comuni di Massa d’Albe, Avezzano e Magliano de’ Marsi, e con il supporto di Fondazione CarispAq, main sponsor della rassegna, Micron Foundation, Tekneko, DMC Marsica.

L’iniziativa, sotto la direzione artistica del Maestro Massimo Coccia, intende ripetere la felice esperienza delle prime due edizioni che hanno visto la presenza di migliaia di visitatori, turisti e appassionati agli eventi musicali tenuti nel magico Anfiteatro romano e ai concerti di musica classica ospitati nelle splendide chiese medievali di San Pietro in Alba Fucens e di Santa Maria in valle Porclaneta in Rosciolo. L’edizione 2019 conterà ben 22 serate: 11 tra opera lirica, grandi eventi musicali, teatrali e proiezioni cinematografiche nell’Anfiteatro. Altre 11 con concerti di musica classica in San Pietro, Santa Maria e nel rinnovato chiostro dell’ex convento di San Pietro, oggi museo archeologico.

L’iniziativa di Harmonia Novissima intende coniugare grandi eventi di spettacolo con le bellezze archeologiche, artistiche e storiche del territorio marsicano, con un approccio al patrimonio culturale incentrato su un messaggio attrattivo dedicato a turisti e giovani, attraverso un’offerta multidisciplinare ed intersettoriale, prestando attenzione anche ad una strategia di sviluppo locale e di turismo culturale e sostenibile in sinergia con il MIBACT e gli enti regionali che lo rappresentano in ambito archeologico e museale.

Un ringraziamento per la collaborazione va a Lucia Arbace e Rosaria Mencarelli, dirigenti rispettivamente del Polo Museale e della Soprintendenza Sabap. Grazie all’archeologa Emanuela Ceccaroni per aver supportato con consigli ed esperienza l’organizzazione dell’iniziativa

PER SAPERNE DI PIU’

Giornate dell’Archeologia 2019

In occasione delle Giornate europee dell’Archeologia 2019, promosse dall’INRAP – Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva della Francia – numerose sono le iniziative delle Soprintendenze archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo e del Lazio che si tengono il prossimo fine settimana tra il Fucino e le province di Frosinone, Latina e Rieti:

•  Apertura straordinaria deposito e laboratorio restauro di Celano/Paludi (AQ)

•  Visite guidate villa romana di Avezzano

•  Passeggiata archeologica alle grotte di Ortucchio

•  Passeggiata archeologica per bambini ad Alba Fucens

•  Archeologia pubblica a Frosinone. Itinerari a porte aperte lungo la via Latina, apertura museo preistorico di Pofi, viaggio nel centro storico di Veroli

•  In provincia di Latina, apertura area archeologica di Caposele (Formia) con visita straordinaria agli scavi, prima estemporanea di pittura a Minturno

•  In provincia di Rieti, visita al complesso archeologico della Villa di Tito a Castel Sant’Angelo sopra il Lago di Paterno, visita a Rieti sotterranea, visita ai restauri di Forum Novi a Vescovio (Torri in Sabina)

Tutte le iniziative sono gratuite

IL PROGRAMMA COMPLETO ABRUZZO

IL PROGRAMMA COMPLETO LAZIO

Mostra Spettacolo a Palazzo Maoli

INAUGURAZIONE MOSTRA SPETTACOLO A PALAZZO MAOLI PETRELLA SALTO (RI)

Giovedì 30 maggio alle ore 17.00 sarà inaugurata ed aperta al pubblico la mostra dal titolo Una nuova stagione per l’Appennino centrale sulle orme dei viaggiatori europei dell’ottocento – Un territorio tra memoria e futuro
Sette sono le sezioni della mostra. 3 dedicate ai viaggiatori – scrittori, storici, disegnatori, pittori, archeologi, antiquari, fotografi – che visitarono l’Appennino tra l’Ottocento e l’inizio del Novecento e hanno lasciato suggestive rappresentazioni di monumenti, paesaggi e momenti di vita. Tra le fotografie saranno esposte 23 immagini del concorso fotografico internazionale E1R1 Photo Award lanciato nel 2017 dalla European Ramblers Association con lo scopo di far conoscere i due più lunghi itinerari escursionisti europei, il Sentiero Europeo E1 e la pista ciclabile R1.
Altre 3 sezioni sono dedicate alle grandi opere: il prosciugamento del lago del Fucino, l’allagamento delle valli del Turano e del Salto con la costruzione delle relative dighe, il progetto della Ferrovia Rieti Avezzano dell’ing. e On. Venceslao Amici. La settima sezione è dedicata al tratto appenninico del Sentiero Europeo E1.
Nella mostra sono esposti decine di poster con filmati e canti della tradizione. All’inaugurazione interverrà il presidente della comunità montana Salto Cicolano e Sindaco di Petrella Salto, Gaetano Micaloni. Interverranno inoltre Antonio Bini, autore di ricerche e iniziative volte alla riscoperta e valorizzazione della scuola dei pittori impressionisti scandinavi fondata nell’Ottocento a Civita D’Antino, Flavia De Sanctis, Presidente dell’Associazione Antiqua e responsabile dell’AIA dei musei di Avezzano, Cesare Silvi, Presidente dell’Organizzazione di Volontariato valledelsalto.it e curatore con Rodolfo Pagano dei Quaderni di valledelsalto.it, Giuseppe Virzì, principale autore del tracciato del Sentiero Europeo E1 della Valle del Salto e accompagnatore escursionistico Nazionale della Federazione Italiana Escursionismo

Il maltempo non ferma l’inaugurazione dell’E1

Nel 2017 il Festival Valli e Montagne Appennino Centrale e la FIE – Federazione Italiana Escursionismo si posero l’obiettivo di inaugurare nel 2019 il tratto appenninico del Sentiero europeo E1 (con una lunghezza di circa 300 km) da Forca Canapine (Lazio nord) a Camporotondo (Abruzzo sud) in studio sin dagli anni ’80. Nel perseguire questo obiettivo si decise che l’inaugurazione dovesse svolgersi coinvolgendo la gente che vive i luoghi attraversati dall’E1, sia prima del raduno FIE 2019 (dal 29 maggio al 2 giugno), sia successivamente.
Per tre anni le associazioni aderenti al Festival hanno realizzato decine di escursioni lungo l’itinerario dell’E1.
Nel 2019 a cominciare dal mese di gennaio e incoraggiate da una stagione invernale dalle miti temperature, le associazioni hanno proseguito in questa direzione che ha dovuto tuttavia forzatamente essere interrotta dal persistente maltempo di questi giorni.
Pertanto, poiché è previsto che le condizioni meteo siano sfavorecoli anche nelle giornate del 29 e 30 maggio, siamo stati costretti a rivedere il programma durante i primi giorni dell’inaugurazione