Il Festival Valli e Montagne Appennino Centrale 2018 ha avuto inizio con grandi aspettative. Nel 2017 si era già delineato l’obiettivo di inaugurare nel 2019 il tratto appenninico del Sentiero Europeo E1 anche grazie all’affiliazione con l’OdV valledelsalto.it, con la FIE (Federazione Italiana Escursionismo) e alla collaborazione con altre associazioni escursionistiche, per far coincidere questo evento con l’anniversario dei 50 anni della fondazione della European Ramblers’ Association (1969).

Alle aspettative ha fatto seguito una grande mobilitazione da parte di associazioni e altri partner che spontaneamente hanno ritenuto di prolungare il periodo di svolgimento del Festival e incrementare il numero degli eventi organizzati. Senza aspettare l’annuale appuntamento del 25 aprile, due primi eventi hanno avuto luogo nel primo fine settimana di aprile.

Una prima escursione, organizzata dall’OdV valledelsalto.it, si è tenuta presso alcuni siti archeologici con resti di mura in opera poligonale. Un’altra, promossa dal GEV (Gruppo Escursionisti del Velino) e dall’associazione culturale Micciani Unita, si è svolta lungo un tratto del Sentiero Europeo E1 marsicano, con partenza e ritorno a Magliano dei Marsi e passaggio per S. Maria in Valle Porclaneta. Grazie al successo di presenze, dopo il 25 aprile gli eventi si sono moltiplicati.

Tra questi vanno evidenziati i due convegni sul “Il Sentiero Europeo E1 in Europa, Italia e Appenino centrale” tenuti rispettivamente a Cittaducale (RI) il 9 maggio in occasione della Festa dell’Europa e a Magliano dei Marsi (AQ) nei giorni 12-13-14 ottobre 2018 presso il Centro visite della Riserva Orientata Monte Velino, struttura gestita dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro. Entrambi i convegni sono stati pensati per preparare l’inaugurazione del tratto appenninico dell’E1.

A Magliano dei Marsi è stata esposta nello stesso periodo la mostra con le immagini vincitrici del concorso fotografico internazionale E1-R1 Photo Award e offerta al Festival dagli organizzatori stessi e il cui primo premio è stato assegnato al fotografo amatoriale marchigiano Danilo Marabini. La mostra è tuttora ospitata presso il Centro visite.

In totale quasi 40 sono stati gli eventi realizzati durante il Festival 2018 in parte illustrati nel resoconto dettagliato. Tra questi vogliamo ricordare la rievocazione della controversia tra sabini e ternani per l’apertura delle cascate delle Marmore, andata in scena presso le terme di Vespasiano di Cittaducale, organizzata da Micciani Unita con la collaborazione del Gruppo Storico Romano e il ricco calendario presentato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo nell’ambito di “Archeologia a chilometro zero” edizione 2018